Home Contattaci Dove Trovarci    | |  Pagamenti e Spedizioni Cerca nel sito CARRELLO
Per ordini telefonici
095 311939
- CERCA NEL SITO -
EDIZIONI  TIPHERET BASTOGI  EDITRICE
Spedizione in tutta ITALIA con PAGAMENTO alla CONSEGNA o con BONIFICO
Aggiungi all'ordine 
                                                                   Prezzo   € 60,00    
                                                                                    
A cura di Samkara
Chandogya Upanisad
Pagine 1.010
Formato cm 15 x 21
Lo trovi alla Sezione:
Induismo
ingrandisci: A - A - A

La Chandogya è una delle Upanisad più antiche e fa parte del Sama Veda, il Veda dei "canti" (saman). La sua stesura viene datata tra l'VIII e il VI secolo a. C. e deve il suo nome al chandoga, il cantore che intonava gli inni sacri (chandas) o le melodie del Sama durante le cerimonie sacrificali. Essa si compone di otto Capitoli (adhyaya), o Letture (prapathaka) che possono essere considerati quali concisi manuali di meditazione; i Capitoli sono suddivisi in sezioni (khanda) contenenti una quantità variabile di strofe (sloka) prevalentemente in prosa, per un totale di poco più di seicento.
Questa Upanisad è fondamentale per la dottrina advaita, contenendo numerosi passi importanti e alcuni tra i più noti mahavakya o "grandi sentenze", come per esempio il celebre: "Tu sei Quello" (tattvamasi) L'importanza di questa Upanisad è sottolineata dal fatto che diversi aforismi dello stesso Brahamasutra si basano sui suoi passi. Rari sono invece nella Chandogya i riferimenti ad altre Upanisad.
Le Upanisad racchiudono specificamente la conoscenza (jnana) ma, non potendo essere considerate alla stregua di semplici sviluppi di una tesi speculativa, spesso contengono anche altri elementi: così alcune, come la Brhadaranyaka e la stessa Chandogya presentano un duplice aspetto: l'azione rituale e la conoscenza metafisica. Nelle sue introduzioni a tali testi Sankara pur stabilendo la loro reciproca esclusione e la imprescindibilità della conoscenza nella realizzazione del Brahman, mostra che anche il contenuto ritualistico, preso nelle sue componenti simboliche, può costituire un valido strumento qualora considerato sotto l'ottica della conoscenza.

Nota dell' Editore: "i proventi che si ricavano da questo libro, per il quale non si richiedono Diritti d'Autore, verranno impiegati per la ristampa dell'opera."
Edizioni Asram Vidya
Adi Shankaracharya, o Adi Shankara (Il primo Shankara o, nella traslitterazione in uso Sa?kara, della sua stirpe, chiamato in modo reverenziale Bhagavatpada Acharya ovvero il maestro ai piedi del Signore), è stato un filosofo indiano nonché il più famoso esponente della scuola di pensiero dell'Advaita Vedanta, di cui fu il principale unificatore.
Nacque a Kaladi, un piccolo villaggio nello stato indiano del Kerala e visse tra il 788 e il 820 d.C. secondo le fonti più moderne, o tra il 509 e il 477 a.C. secondo quelle più antiche. Ebbe una profonda influenza nello sviluppo e nella crescita dell'Induismo attraverso la sua filosofia non dualistica. Ha difeso la grandezza e l'importanza delle sacre scritture induiste, la Shruti, ossia i Veda, diffondendo una spiritualità fondata sulla discriminazione, senza dogmi o ritualismi, ridando nuova linfa all'Induismo nel momento in cui Buddhismo e Jainismo stavano raggiungendo la popolarità.
   
Prezzo € 60,00  
  
Pagamento alla Consegna oppure con Bonifico
Aggiungi all'ordine 
Torna Indietro
Antica Libreria Esoterica - Libri e Pensieri di Caruso Massimo Antonio Luca - P. Iva 04368090876
Libreria Esoterica, Orientalistica, Alchemica e Spiritualistica
sita in Via Carcaci, 14 - 95131 Catania (CT) - Italia. Tel 095 311939
Copyright © 2004 - 2018 Tutti i diritti riservati ad Antica Libreria Esoterica Libri e Pensieri
di Caruso Massimo Antonio Luca
Condizioni di Vendita Informativa sulla Privacy
Contatta il webmaster